Educazione alimentare: Cucina per bambini

Sotto questo termine generico di “laboratori di educazione alimentare” si includono tutte quelle esperienze , sia quando parte di un percorso didattico scolastico, che quando proposte singolarmente come laboratori, che coinvolgono i bambini tramite il gioco e la curiosità nell’esperienza della scoperta del gusto.

Sono laboratori che partono dall’esperienza pratica, spesso dall’orto scolastico stesso, dai profumi, dagli odori e usando gli strumenti più preziosi dei bambini, le mani, permettono di scoprire , di toccare, di trasformare questo elemento magico che è il cibo: elemento magico che si trasforma e che diventa parte di noi. Noi siamo quello che mangiamo!

mani impastano L’educazione alimentare parte dal presupposto che occorre conoscere il cibo, il suo rapporto con il territorio, capirne le caratteristiche nutrizionali, ma anche le diversità di gusto e le molteplici trasformazioni che, tramite il laboratorio-cucina , permettono di ottenere cibi dal gusto diverso partendo da un singolo ingrediente (anche solo cambiando la modalità di cottura di una semplice verdura). Solo con questo bagaglio di conoscenze pregresse il bambino, sarà in grado nella sua crescita di interiorizzare a fare propri i principi di una sana alimentazione.

Il cibo, l’orto, il territorio, la cultura, la convivialità , l’arte, l’educazione ambientale , lo spreco…. tutto questo è il racconto del cibo, del gusto e dell’educazione alimentare!

I laboratori possono far parte del percorso didattico proposto alle scuole e integrare sinergicamente l’orto didattico, in uno stretto rapporto tra cibo e terra, oppure essere dei laboratori proposti in singole occasioni come laboratori di cucina e aperti sia ai bambini che ai loro genitori.

LABORATORI DI CUCINA PER BAMBINI

Nell’ottica di coinvolgere genitori e bambini alla scoperta dell’educazione alimentare si propongono dei laboratori singoli di cucina aperti alle famiglie.

Questa modalità permette al genitore di sperimentarsi, guidato dall’operatrice del laboratorio , in una modalità di approccio diversa con il proprio bambino. Il laboratorio svincola molti genitori dalle paure dello sporcarsi e sporcare , li guida a scoprire quante possibilità di gioco e di interazione nasconde il semplice gesto del cucinare, permette al gruppo familiare di interagire con modalità nuove che possono poi riproporsi in qualsiasi ambiente familiare (tutti hanno una cucina e possono ricreare questa modalità di gioco con il proprio figlio a costo quasi zero: gli ingredienti di un biscotto sono irrisori rispetto ai giochi del momento pubblicizzati!), inoltre aiuta i bambini ad acquisire una manualità fine molto importante e permette ai genitori di far sperimentare , anche l’errore e la difficoltà di rompere un uovo, ai propri figli (“anche io lo so fare e se sbaglio posso riprovare!”).

Sono laboratori che vengono proposti anche in occasioni di feste particolari, come ad esempio la festa della mamma, questo perché il cibo è indissolubilmente legato alla cultura , al territorio ed è sia nutrimento che amore!

mani in pasta

Alcuni esempi dei nostri laboratori:

  • Papà facciamo gli gnocchi
  • I biscotti di Natale
  • Pizza in maschera
  • Una dolce treccia per la mamma
  • Percorso Cucina per me, Cucina con me (3-6 anni)

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *